Skip to Main Content

Economia e gestione delle imprese editoriali

Docente: Luisa Capelli

SSD: SECS-P/08 Insegnamento a contratto.

6 e/o 12 CFU

Primo semestre (Modulo A): le lezioni avranno inizio martedì 10 ottobre e si svolgeranno, dalle 16.00 alle 18.00, il martedì in aula P2 e il giovedì in aula T34.

Secondo semestre (Modulo B): le lezioni avranno inizio in data da definire.

Pur non essendo obbligatoria, si consiglia caldamente la frequenza. Chi non è in grado di frequentare si metta in contatto per definire il programma d’esame.

L’orario di ricevimento è previsto il martedì dalle 14 alle 16, stanza 40, primo piano, edificio B, prendendo appuntamento scrivendomi a luisacapelli@gmail.com.

Programma

Il mercato editoriale librario: dal cartaceo al digitale.

Nel Modulo A, durante il primo semestre, verrà proposta una panoramica del contesto editoriale italiano e internazionale, con particolare attenzione all’editoria di saggistica e di servizio. Attraverso un costante riferimento alle caratteristiche dell’industria culturale e alle sue recenti trasformazioni, verranno proposti alcuni strumenti di analisi e lettura critica della “società della conoscenza” nella quale si trovano a operare le imprese editoriali.

Analizzeremo il mercato editoriale nelle sue caratteristiche fondamentali, a partire dalle modalità di funzionamento del sistema di creazione del valore in editoria: aree e tipologie dei prodotti editoriali e delle imprese editoriali; obiettivi di mercato e costruzione del piano editoriale; ambiti di attività, ruoli e funzioni dei diversi attori della filiera.

Durante il Modulo B (secondo semestre) verrà proposta una cassetta degli attrezzi quanto più completa delle conoscenze e degli strumenti indispensabili allo svolgimento delle professioni presenti nella casa editrice, con particolare riguardo a quella del redattore: dagli standard editoriali alle procedure di trattamento dei testi in preparazione per la stampa, dalla revisione delle traduzioni all’editing, dalla costruzione degli apparati paratestuali alle forme di comunicazione e promozione del libro (cartaceo e digitale).

Parte del corso verrà dedicato alle specificità e potenzialità dell’editoria digitale. Esamineremo le principali piattaforme di e-commerce di libri digitali e le strategie seguite dai maggiori attori, italiani e internazionali; studieremo le caratteristiche dei diversi formati di ebook e dei device dedicati alla lettura; apprenderemo a costruire una biblioteca di ebook a partire dai testi disponibili on line, utilizzando i programmi di conversione più diffusi; discuteremo le criticità relative alla conservazione e all’accesso dei libri digitali; analizzeremo le strategie e le modalità di pubblicazione dedicate all’editoria scientifica, con particolare riferimento alle piattaforme Open Access; esploreremo le nuove modalità di pubblicazione rese possibili dal digitale (self-publishing), attraverso lo studio dei casi di maggiore interesse.

Obiettivi

Acquisire i saperi e le abilità fondamentali relativi all’organizzazione e alle modalità di funzionamento dell’industria editoriale. Elaborare le conoscenze critiche necessarie ad affrontare la transizione all’editoria digitale: dai cambiamenti delle tecniche di produzione ai mutamenti delle strategie di comunicazione, di distribuzione e commercializzazione dei contenuti culturali.

Pre-requisiti

Possedere basi di cultura generale, con particolare riferimento alla storia dell’industria culturale. Avere familiarità con la lettura, in qualsiasi forma e di molteplice contenuto (testi letterari e scientifici, monografie e periodici, su carta e digitali). Oltre alle funzioni di base dei software per la gestione di documenti, presentazioni e fogli elettronici, è richiesta la consuetudine nell’uso della posta elettronica, di internet e della rete (blog e social media, in particolare Facebook e Twitter).

Per sostenere l’esame

Oltre alle slide che sintetizzano gli argomenti delle lezioni (on line qui: luisacapelli.eu), sono elencati di seguito i materiali da utilizzare per lo studio. Si tratta di libri (pdf e/o ebook), articoli e post di blog rilasciati (per lo più) con licenze aperte on line. Durante lo svolgimento del corso e dei laboratori ne verranno forniti di ulteriori di cui si troveranno i riferimenti nelle slide delle lezioni.

Modulo A (6 CFU)

  • Chris Anderson, 2004, La coda lunga, “Wired”; on line qui.
  • David Bollier, 2002, Why the Public Domain Matters. The Endangered Wellspring of Creativity, Commerce and Democracy, New America Foundation & Public Knowledge; trad. it. 2005, Perché il pubblico dominio è importante. A rischio la fonte della creatività, del commercio e della democrazia democrazia, Roma, Stampa Alternativa; on line qui.
  • Luisa Capelli, 2012, Quanto costa il libro? Come si forma il prezzo, su carta e in digitale, “Alfabeta2”; on line qui.
  • Luisa Capelli, 2016, La crisi del mercato editoriale italiano: uno specchio della crisi culturale, “Libri e Riviste d’Italia”, on line qui.
  • Alessandro Gazoia, 2014, Come finisce il libro. Contro la falsa democrazia dell’editoria digitale, Roma, Minimum fax; acquistabile on line qui.
  • Sara Lloyd, 2008, Il Manifesto dell’editore del XXI secolo, Simplicissimus Book Farm; on line qui.
  • Gino Roncaglia, 2012, L’editoria fra cartaceo e digitale. I numeri e le ragioni di una crisi, Milano, Ledizioni; acquistabile on line qui.
  • André Schiffrin, 2000, Editoria senza editori, Bollati Boringhieri; cfr. scheda qui.

Gli studenti non frequentanti (che dovranno comunque mettersi in contatto con adeguato anticipo rispetto alla data dell’esame) integreranno i materiali indicati con il testo di

  • Paola Dubini, 2013, Voltare pagina?, Milano, Pearson (in particolare la prima parte); acquistabile, in formato cartaceo o elettronico, qui.

Modulo B (6 CFU, solo per gli studenti che prevedano di sostenere 12 CFU complessivi nella materia)

  • AA. VV., a cura di Tropico del libro e Quinta di copertina, 2013, Kit di sopravvivenza del lettore digitale, download dell’ebook qui.
  • Cory Doctorow, 2008, trad. it. 2010, Content; on line qui.
  • Roberto, Caso, a cura. 2009, Pubblicazioni scientifiche, diritti d’autore e Open Access: atti del convegno tenuto presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento il 20 giugno 2008, Quaderni del Dipartimento di Scienze Giuridiche, 79, Trento, Università degli Studi di Trento, on line qui.
  • Materiali proposti durante le lezioni.

__________________

Per la richiesta di tesi
L’assegnazione della tesi è subordinata al sostenimento dell’esame per 12 CFU.
Siete pregati di concordare la tesi, come richiesto dal Corso di Laurea, con circa un anno di anticipo.

La richiesta per la tesi dovrà essere inviata tramite mail indirizzata a luisacapelli@gmail.com e corredata di:

  • indice provvisorio;
  • sinossi di una cartella sull’argomento prescelto;
  • primi riferimenti bibliografici;
  • indicazioni sullo stato del proprio percorso di studi (esami effettuati e ancora da sostenere) e sessione nella quale ci si vorrebbe laureare.

Tali materiali dovranno essere salvati in uno o più file allegati alla mail, redatti e impaginati ordinatamente seguendo le norme editoriali utilizzate durante il corso (scaricabili qui).
I laureandi sono invitati ad adottare quale programma di scrittura un software non proprietario e aperto (consiglio LibreOffice): oltre a essere una scelta coerente con l’insegnamento, eviterà l’uso di programmi copiati, faciliterà l’interoperabilità tra sistemi diversi e consentirà di lavorare proficuamente anche a distanza, risparmiando carta e inchiostro.
Al momento dell’assegnazione della tesi verrà concordato un calendario per la consegna dei materiali che consenta di giungere alla definizione dell’elaborato finale circa un mese prima della sessione prevista per la discussione, con la contestuale individuazione del docente cui chiedere la correlazione. Circa due mesi prima della data prevista per la discussione l’elaborato finale dovrà essere, se pur in una versione ancora provvisoria, completo nelle sue parti essenziali. Il mancato rispetto degli impegni circa il progresso del lavoro e il calendario concordato comporterà lo slittamento a una delle sessioni successive.

Non ci sono vincoli per l’oggetto della tesi, ma siamo impegnati, docente e cultori della materia, nella ricerca su alcuni argomenti che ci interessa approfondire e sui quali vi invitiamo a proporre ulteriori analisi e lavori di ricerca:

  • le concentrazioni editoriali: analisi di dati e di casi specifici italiani e stranieri;
  • analisi storico-critiche di singoli marchi editoriali;
  • specificità e analisi delle forme di scrittura in rete;
  • i social network e la promozione libraria;
  • la remunerazione del lavoro intellettuale nell’era digitale.

Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2017