Skip to Main Content

Filosofia morale LM

Docente: Francesco Miano

SSD: M-FIL/03

CFU: 6

Orario delle lezioni

II semestre

 

Titolo del corso: L’ethos dell’esistenza. Le riflessioni morali di Nietzsche e Kierkegaard

Obiettivi del corso: Secondo un noto giudizio di Jaspers, che si è a lungo confrontato con il loro pensiero, Kierkagaard e Nietzsche rappresentano due filosofi che hanno esercitato un influsso determinante sul nostro tempo poiché, riflettendo sulla profondità dell’esistenza, hanno messo in discussione la ragione e le sue pretese fondative, tanto in ambito conoscitivo quanto in ambito morale. Pur nelle loro rispettive differenze, entrambi tentano di realizzare una ricerca della verità che non sia riducibile al piano della sola evidenza razionale, ma che emerga dalle profonde e pluriformi dimensioni dell’esistenza. Tale atteggiamento di ricerca si fonda su una particolare idea di ragione, che per Kierkegaard significa primato del pensiero soggettivo su quello oggettivo, mentre per Nietzsche significa centralità del prospettivismo e presa di coscienza dell’ambiguità della verità, soprattutto in ambito morale. Il corso mira dunque a individuare alcuni momenti salienti della traiettorie di pensiero di Nietzsche e di Kierkegaard, mostrando come la questione della vita/esistenza contribuisca a rimodulare le tradizionali questioni etiche.

 

Bibliografia:

F. Nietzsche, Aurora

F. Nietzsche, Umano, troppo umano

S. Kierkegaard, Briciole di filosofia

S. Kierkegaard, Postilla conclusiva non scientifica alle Briciole di filosofia

 


Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2017