Skip to Main Content

Teoria della letteratura LM

Docente: Simona FoàFabio Ciotti

SSD: L-FIL-LET/14

CFU: 6 0 12

Orario delle lezioni:

Modulo A: II  Semestre

Modulo B: Prof. Fabio Ciotti

martedì 17/19 T35
giovedì 14/16 P25
venerdì 14/16 T35 Le lezioni avranno inizio il 5 ottobre
Prerequisiti:

Modulo A Non sono richiesti prerequisiti

Obiettivi:

Sfruttando volutamente l’ambiguità semantica del termine “stampa”, il modulo A si propone di affrontare le principali questioni storiche, teoriche e metodologiche che legano le opere e gli autori di letteratura con la stampa, intesa sia come edizione e pubblicazione dei testi sia come stampa periodica.

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di laurea l’insegnamento si propone dunque di fornire conoscenze storiche e teoriche relative al rapporto tra la letteratura e l’editoria e la letteratura  e il giornalismo e di sviluppare autonome capacità di lettura, di ricerca di fonti e di scrittura.

Al termine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di elaborare un breve saggio sugli argomenti del corso, nonché di esporre oralmente con linguaggio appropriato i contenuti delle lezioni e di apprendere autonomamente altri contenuti relativi alla disciplina attraverso lo studio dei testi di esame.

 

Programma:

Il programma di esame del modulo A prevede lo studio di testi letterari e di testi critici relativi all’argomento del corso. È prevista inoltre la produzione di una tesina. Per il mod. B vedi la pagina docente del Prof. Ciotti.

Metodi didattici
Il corso utilizzerà come metodo didattico la lezione frontale ed esercitazioni finalizzate all’elaborazione del breve saggio che sarà valutato in sede di esame.
Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento
Su uno fra i due romanzi scelti, che fanno parte dei testi d’esame, deve essere elaborato un componimento scritto di circa 10.000 battute (5 cartelle da 2000 battute) che presenti il romanzo in rapporto con quanto detto a lezione; inoltre di esso devono essere messe in evidenza in particolare le parti che trattano tematicamente o strutturalmente della stampa giornalistica.
Alla preparazione e alla discussione dei componimenti saranno dedicate alcune delle ore finali del corso. Gli studenti non frequentanti concorderanno il soggetto dell’elaborato con la docente almeno due mesi prima dell’esame e consegneranno l’elaborato almeno due settimane prima dell’esame.
Struttura del componimento scritto
L’elaborato scritto dovrà seguire la seguente struttura:
-          una cartella sulla storia della composizione e la storia editoriale del romanzo (inserire anche il romanzo in rapporto con l’attività letteraria dell’autore)
-          una cartella sulla storia raccontata nel romanzo e sulla sua struttura narrativa
-          tre cartelle di osservazioni da elaborare in rapporto con quanto detto a lezione, con i testi d’esame, con la tematica della stampa giornalistica ed eventualmente con uno o più saggi critici dedicati al romanzo scelto
-          bibliografia (edizione del romanzo, dei saggi critici ed eventuale altra bibliografia utilizzata)
Alla fine dell’elaborato deve essere indicato l’altro romanzo letto dallo studente che sarà argomento dell’esame orale insieme con la discussione dei testi di Chartier, Cadioli e Bertoni.

L’esame orale consiste, oltre alla discussione della tesina,  in almeno una domanda per ognuno dei testi in programma.

Le soglie di valutazione sono le seguenti:
30 e lode: prova eccellente, sia nelle conoscenze che nell’articolazione critica ed espressiva.
30: prova ottima, conoscenze complete, ben articolate ed espresse correttamente, con alcuni spunti critici.
27-29: prova buona, conoscenze esaurienti e soddisfacenti, espressione sostanzialmente corretta.
24-26: prova discreta, conoscenze presenti nei punti sostanziali, ma non esaurienti e non sempre articolate con correttezza.
21-23: prova sufficiente, conoscenze presenti in modo talvolta superficiale, ma il filo conduttore generale risulta compreso. Espressione e articolazione lacunose e spesso non appropriate.
18-21: prova appena sufficiente, conoscenze presenti ma superficiali, il filo conduttore non è compreso con continuità. L’espressione e l’articolazione del discorso presentano lacune anche rilevanti.

<18: prova insufficiente, conoscenze assenti o molto lacunose, mancanza di orientamento nella disciplina, espressione carente e inappropriata. Esame non superato.

Testi adottati:

Per il modulo A

Roger Chartier, La mano dell’autore, la mente dello stampatore. Cultura e scrittura nell’Europa moderna, Roma, Carocci, 2015

Alberto Cadioli, Le diverse pagine. Il testo letterario tra scrittore, editore, lettore, Milano, Il Saggiatore, 2012

Clotilde Bertoni, Letteratura e giornalismo, Roma, Carocci, 2015

Robert Darnton, Le notizie a Parigi: una precoce società dell’informazione, in Id., L’età dell’informazione. Una guida non convenzionale al Settecento, Milano, Adelphi, 2007, pp. 41-91; 202-211

 

 

Lettura di un romanzo per ognuno dei seguenti due gruppi

Gruppo 1

Honoré de Balzac, Illusioni perdute

Gustave Flaubert, L’educazione sentimentale

Federico De Roberto, L’imperio

Guy de Maupassant, Bel Ami

Louisa May Alcott, I ragazzi di Jo

Charles Dickens, David Copperfield

 

Gruppo 2

Guido Piovene, Viaggio in Italia

Corrado Stajano (Il sovversivoUn eroe borghese)

Tom Wolfe (Il falò delle vanitàElectric kool-aid acid testRadical chic. Il fascino irresistibile dei rivoluzionari da salotto)

Truman Capote, A sangue freddo

Ermanno Rea, Mistero napoletano

Antonio Franchini, L’abusivo

Roberto Saviano, Gomorra

Umberto Eco, Numero zero

Per il mod. B vedi la pagina docente del Prof. Ciotti

 

NascondiInglese
Prerequisites:

Modulo A Preconditions are not required

Aims:

In italian the word “stampa” means both “printing and publishing” and “press”. This semantic ambiguity is used for starting the study of main historical, theoretical and methodological questions about the relationship between literary texts and authors and “stampa” both as “printing and publishing” and as “press”

Programme:

For “modulo A”: Critical bibliography about the topics of the course, reading of two novels, production of a paper about one of the novels. For “modulo B” see the page of Prof. Ciotti

Texts adopted:

For “modulo A”

Roger Chartier, La mano dell’autore, la mente dello stampatore. Cultura e scrittura nell’Europa moderna, Roma, Carocci, 2015

Alberto Cadioli, Le diverse pagine. Il testo letterario tra scrittore, editore, lettore, Milano, Il Saggiatore, 2012

Clotilde Bertoni, Letteratura e giornalismo, Roma, Carocci, 2015

Robert Darnton, Le notizie a Parigi: una precoce società dell’informazione, in Id., L’età dell’informazione. Una guida non convenzionale al Settecento, Milano, Adelphi, 2007, pp. 41-91; 202-211

 

 

One novel for each group

Group 1

Honoré de Balzac, Illusioni perdute

Gustave Flaubert, L’educazione sentimentale

Federico De Roberto, L’imperio

Guy de Maupassant, Bel Ami

Louisa May Alcott, I ragazzi di Jo

Charles Dickens, David Copperfield

 

Group 2

Guido Piovene, Viaggio in Italia

Corrado Stajano (Il sovversivoUn eroe borghese)

Tom Wolfe (Il falò delle vanitàElectric kool-aid acid testRadical chic. Il fascino irresistibile dei rivoluzionari da salotto)

Truman Capote, A sangue freddo

Ermanno Rea, Mistero napoletano

Antonio Franchini, L’abusivo

Roberto Saviano, Gomorra

Umberto Eco, Numero zero

For “modulo B” see the page of Prof. Ciotti

Modalità di erogazione:
Tradizionale
Frequenza:
Consigliata
Valutazione:
Prova scritta
Prova orale

Per il mod. A:

Su uno fra i due romanzi scelti deve essere elaborato un componimento scritto di circa 10.000 battute (5 cartelle da 2000 battute) che presenti il romanzo in rapporto con quanto detto a lezione; inoltre di esso devono essere messe in evidenza in particolare le parti che trattano tematicamente o strutturalmente della stampa giornalistica.

 

Alla preparazione e alla discussione dei componimenti saranno dedicate alcune delle ore finali del corso. Gli studenti non frequentanti concorderanno il soggetto dell’elaborato con la docente almeno due mesi prima dell’esame e consegneranno l’elaborato almeno due settimane prima dell’esame.

 

Struttura del componimento scritto

L’elaborato scritto dovrà seguire la seguente struttura:

-          una cartella sulla storia della composizione e la storia editoriale del romanzo (inserire anche il romanzo in rapporto con l’attività letteraria dell’autore)

-          una cartella sulla storia raccontata nel romanzo e sulla sua struttura narrativa

-          tre cartelle di osservazioni da elaborare in rapporto con quanto detto a lezione, con i testi d’esame, con la tematica della stampa giornalistica ed eventualmente con uno o più saggi critici dedicati al romanzo scelto

-          bibliografia (edizione del romanzo, dei saggi critici ed eventuale altra bibliografia utilizzata)

Alla fine dell’elaborato deve essere indicato l’altro romanzo letto dallo studente che sarà argomento dell’esame orale insieme con la discussione dei testi di Chartier, Cadioli e Bertoni.

Allegati:
Allegato Dimensione
PDF iconSaggio Robert Darnton.pdf 5.75 MB
Anno Accademico:
2018-2019
Docente:
Ore: 30
CFU: 6
Semestre:
Secondo semestre

TEORIA DELLA LETTERATURA LM - 2018-2019 – Modulo B

Docente: Fabio Ciotti

 

Italiano

 

Prerequisiti:

 

Nessun prerequisito

 

Obiettivi:

 

  1. Obiettivi formativi

L’insegnamento di Teoria della letteratura per la laurea magistrale mira a fornire una preparazione approfondita nel settore degli studi teorici sulla natura e il funzionamento dei testi e dei fenomeni letterari e culturali, prendendo in considerazione le diverse teorie e metodologie che si sono misurate su questi temi.

2. Risultati di apprendimento attesi

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Studio erogante previsti dalla scheda SUA-CdS (quadri A.4.b.2, A.4.c), l’attività formativa di questo modulo si propone di fornire allo studente le seguenti conoscenze e abilità:

- Conoscenza e capacità di comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà possedere una sufficiente conoscenza delle teorie e delle metodologie analitiche dei testi letterari e dei fenomeni culturali in genere.

- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di stabilire collegamenti tra quanto appreso e i contenuti dei corsi relativi alle discipline letterarie e linguistiche.

- Autonomia di giudizio: Trattando il corso di questioni metodologiche innovative lo studente sarà invitato a esercitare la propria autonoma capacità di giudizio, nei limiti imposti dalle sue competenze.

- Abilità comunicative: Lo studente sarà chiamato a dimostrare di poter spiegare a terzi quanto appreso a lezione, anche ricorrendo a simulazioni e attività pratiche.

- Capacità di apprendere: Gli studenti dovranno mostrare di saper utilizzare il materiale bibliografico consigliato e organizzare autonomamente e in collaborazione una ricerca, anche con l’aiuto di fonti elettroniche, per approfondire gli argomenti in programma.

 

 

Programma:

 

Il corso si propone di analizzare e discutere criticamente i recenti approcci agli studi letterari basati sulla scienza cognitiva e sulla biologia evolutiva. Questi approcci fanno parte di un più generale cambio di paradigma nelle scienze umane e sociali, quello della “naturalizzazione”. Dopo molti decenni di primato dei metodi culturalisti e storicisti nell’indagine sui prodotti della mente o delle menti umane, questi studi propongono una riconsiderazione dei fondamenti biologici e cognitivi di ogni aspetto della vita umana, inclusa la produzione e la fruizione di artefatti culturali e artistici. Durante il corso esamineremo e discuteremo alcuni dei principi fondamentali di questi studi e ricerche.

 

Metodi didattici: il corso sarà composto da lezioni e da un seminario in cui gli studenti saranno tenuti a preparare e presentare una breve relazione sui temi del corso

 

Metodi e criteri di verifica dei risultati di apprendimento: L’esame finale consiste in: la discussione orale delle teorie e delle metodologie presentate nel corso; la presentazione di una breve tesina.

 

 

Testi adottati:

M. Cometa. 2017. Perché le storie ci aiutano a vivere. La letteratura necessaria. Cortina: Milano

M. Bernini, M. Caracciolo. 2013. Letteratura e scienze cognitive. Carocci: Roma

Casadei, A. Biologia della letteratura. Il Saggiatore; Milano

 

 

 

 

Inglese

 

Prerequisites:

 

Basic knowledge of Digital Humanities topics and issues.

 

Aims:

 

  1. 1. Educational objectives

The course aims at providing a theoretical and practical knowledge in the application of digital methods and tools for the representation encoding and analysis of texts (literary and not).

  1. 2. Learning outcomes

In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the course aims to provide students with the following knowledge and skills:

- Knowledge and understanding: At the end of the course, students are expected to show sufficient competences in the theories and analytic methodologies of literary texts and cultural phenomenona.

- Applying knowledge and understanding: Students will be required to develop autonomy and flexibility in creating links between the contents of this course and those of the literary and linguistic courses of the degree.

- Making judgements: Since the course concentrates on innovative methods and topics, students are expected to exercise their independent judgment on them within the limits imposed by their own skills.

- Communication skills: Students will be able to critically examine and explain the contents learned during the course ad to apply the methods and tools presented in classes.

- Learning skills: Students will be able to work autonomously and in groups, and to search for information from a variety of up-to-date, academically relevant electronic sources, including standard reference works on the course contents.

Program:

 

The course aims at analyzing and discussing critically the recent approaches to literary studies based on cognitive science and evolutionary biology. These approaches are part of a more global paradigm shift in the humanities and social sciences, that of naturalization. After many decades of culturalistic / historicist primacy in the investigation of the products of human mind(s), this approach asks for a reconsideration of the biological and naturalistic rationales of every aspect of human life, included the production and fruition of cultural and artistic artifacts. During the course, we will examine and debate some of the fundamental tenets of this studies and research.

 

Teaching methods: the course will be composed of lectures and a seminary where students will be required to prepare and present a small talk about the themes of the course

 

 

Methods and criteria for verification of learning outcomes: The final examination consists of: the oral discussion of the theories and methodologies presented in the course; the presentation of a short paper.

 

 

Bibliography:

 

M. Cometa. 2017. Perché le storie ci aiutano a vivere. La letteratura necessaria. Cortina: Milano

M. Bernini, M. Caracciolo. 2013. Letteratura e scienze cognitive. Carocci: Roma

Casadei, A. Biologia della letteratura. Il Saggiatore; Milano

 

Modalità di erogazione: Tradizionale

Frequenza: Facoltativa

Valutazione: Prova orale

Anno Accademico: 2018-2019

Insegnato a: Scienze dell’Informazione, della comunicazione e dell’editoria

Docente: Ciotti Fabio

Carico didattico a: Scienze dell’Informazione, della comunicazione e dell’editoria

Ore: 30

CFU: 6

Semestre: Primo semestre

 

Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2018