Skip to Main Content

Teoria e critica delle opere multimediali interattive

DocenteMarco Accordi Rickards

SSD: INF/01

CFU: 6 o 12

Orario delle lezioni

Modulo A: I semestre, Ven. 9/12 P2. Le lezioni avranno inizio il 6 ottobre.

Modulo B: II semestre

 

MODULO A:  La stampa specializzata videoludica e la critica delle opere multimediali interattive

Obiettivi del corso:

Il corso di Teoria e Critica delle Opere Multimediali e Interattive analizza il medium interattivo con l’obiettivo di fornire agli studenti le conoscenze basilari sulla storia dell’industria del videogioco e del suo sviluppo come media, associando al corso monografico elementi del giornalismo videoludico, della stampa specializzata e del lavoro di critica. Il corso monografico del primo modulo analizzerà la storia del medium, dalla sua nascita con i precursori e i primi esperimenti fino ai giorni nostri, con particolare attenzione alle Opere che hanno segnato le tappe fondamentali della storia del Videogioco. Le lezioni saranno strutturate alternando la parte teorica alla parte critica e pratica, in modo da affrontare durante tutto il corso gli elementi attuali e classici del medium videoludico. Si analizzeranno vari aspetti della game industry, dalla produzione alla pubblicazione dell’opera multimediale interattiva, analizzando nello specifico gli aspetti legati alla comunicazione, al giornalismo e alla critica dell’opera stessa. Particolare attenzione verrà data anche all’esercitazione pratica, un laboratorio ludico-didattico che coinvolgerà tutti gli studenti.

Bibliografia ed eventuali indicazioni per l’esame:

1. Marco Accordi Rickards, Storia del Videogioco, Dagli anni cinquanta a oggi, Carocci, 2014

2. Marco Accordi Rickards, Francesca Vannucchi, Il Videogioco. Mercato, giochi e giocatori, Mondadori, 2013, Capitoli 2, 4, 5, 6

Eventuali integrazioni/indicazioni per gli studenti non frequentanti:

1. Marco Accordi Rickards, Storia del Videogioco, Dagli anni cinquanta a oggi, Carocci, 2014

2. Marco Accordi Rickards, Francesca Vannucchi, Il Videogioco. Mercato, giochi e giocatori, Mondadori, 2013 (volume completo).

 

MODULO B: La narrazione interattiva e la sua evoluzione: dal modello classico alle neo avventure

Obiettivi del corso:

Con un fatturato globale che raggiunge quasi i 100 miliardi di dollari nel 2016, l’industria del Videogioco mondiale si colloca al top del settore dell’entertainment, superando l’industria discografica e cinematografica, e dell’home video. Se il videogioco rappresenta il medium per eccellenza legato alla cultura digitale, la crescente diffusione nella popolazione (oggi non costituita solamente da giovani, o dalla prima generazione di gamer), e nella società mostrano come il linguaggio videoludico sia entrato a far parte dell’immaginario contemporaneo, influenzando e plasmando a suo modo l’intero settore dell’industria culturale. Quella che attraversa oggi il Videogioco è una vera e propria rivoluzione culturale; il medium interattivo sta scoprendo in questi ultimi anni le proprie potenzialità espressive, venendo allo stesso tempo incorporato nelle modalità di trasmissione del sapere tradizionali.

Il modulo B del corso analizzerà le diverse tipologie di narrazione interattiva, focalizzandosi sull’opera del game designer David Cage, e le modalità attraverso le quali il videogioco comunica idee, pensieri, messaggi. Particolare attenzione sarà data al tema della Propaganda nei videogiochi.

Bibliografia ed eventuali indicazioni per l’esame:

1. Marco Accordi Rickards, Alessia Padula, Videogiochi e propaganda, UniversItalia, 2012.
2. Marco Accordi Rickards, Guglielmo De Gregori, Micaela Romanini, David Cage. Esperienze interattive oltre l’avventura, Edizioni Unicopli, 2012

 

Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2017