Skip to Main Content

Cinema e censura

Docente: Fabrizio Natalini

SSD: L-ART/06

CFU: 6

Orario delle lezioni 2019/2020

Le lezioni si svolgeranno nel I semestre, il venerdì dalle 15 alle 18 in aula T18, con inizio il 4 ottobre.

Prerequisiti

Capacità di analisi di film e documentari e di archivi cinematografici. Capacità di elaborazione di pensiero critico.

Obiettivi

OBIETTIVI FORMATIVI:

L’insegnamento è volto a fornire agli studenti le conoscenze e le competenze di base della sceneggiatura  cinematografica e televisiva.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

Il modulo intende fornire le conoscenze adeguate alla piena comprensione degli aspetti principali della materia.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

Sarà proposto un approccio diretto alla storia e alle tecniche della scrittura cinematografica e televisiva.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO:

La finalità e insieme l’obiettivo del corso è il formarsi di una autonomia di giudizio al fine di stimolare nello studente la formazione di opinioni critiche che valorizzino al meglio il suo bagaglio culturale complessivo.

Programma:

Analisi e confronto fra film, sceneggiatura cinematografica e televisiva. Storia e tecnica della scrittura delle sceneggiature.

Il metodo didattico è quello delle lezioni frontali, a cui potranno unirsi incontri con esperti del settore ed eventuali visite guidate sui “luoghi” del cinema romano.

Si cercherà anzitutto di stimolare un dialogo tra docente e studenti durante il corso, finalizzato anche alla verifica dei risultati di apprendimento. Il momento formale di verifica è comunque rappresentato da un esame in forma orale che verterà su tre argomenti relativi alle tre parti del modulo sopra descritte. I frequentanti potranno scegliere un argomento a piacere dei tre. La prova orale è finalizzata a verificare che lo studente abbia acquisito le conoscenze e le abilità che costituiscono gli obiettivi formativi dell’insegnamento. In particolare, il candidato dovrà dimostrare di avere acquisito le competenze terminologiche e concettuali necessarie alla comprensione dei punti salienti del programma elencati sopra.

Casi particolari (studenti stranieri): è consentito sostituire la prova scritta con una tesina di circa 3000 parole il cui argomento deve essere concordato con il docente.

Testi adottati:

Un manuale di Storia del cinema italiano fra i seguenti: Gian Piero Brunetta, Guida alla storia del cinema italiano (1905-2003), Cambridge University Press; Paolo Russo, Breve storia del cinema italiano, Lindau; Mino Argentieri, Storia del cinema italiano, Newton & Compton; Carlo Lizzani, Storia del cinema italiano, Editori Riuniti; Carlo Lizzani, Cinema italiano: dalle origini agli anni Ottanta di Roma, Editori Riuniti; In alternativa, solo per gli studenti Erasmus: Mario Verdone, Storia del cinema italiano, Newton & Compton.

Inoltre tre volumi fra i seguenti: Antonio Costa, Il cinema italiano. Generi, figure, film del passato e del presente, Il Mulino; Fabrizio Natalini, Ennio Flaiano. Una vita nel cinema, Artemide; Fabrizio Natalini, “Un amore a Roma” dal romanzo al film, Artemide; Risate all’italiana, a cura di Giovanni Spagnoletti e Antonio Spera, Universitalia; Antonio Costa, Saper vedere il cinema, Bompiani; Federico Fellini, Intervista sul cinema, Laterza; Oscar Iarussi, C’era una volta il futuro. L’Italia della Dolce Vita, Il Mulino; Antonio Costa, Federico Fellini «La dolce vita», Lindau; Tullio Kezich, Su La dolce vita con Federico Fellini, qualsiasi edizione (Cappelli, Marsilio, BUR); Edoardo Zaccagnini, I mostri al lavoro, Hoepli; Mariapia Comand, Commedia all’italiana, Il castoro; Barbara Corsi, Produzione e produttori, Il castoro; Emiliano Morreale, Cinema d’autore degli anni Sessanta, Il castoro; Lucia Cardone, Il melodramma, Il castoro; Giuseppe Sansonna, Hollywood sul Tevere. Storie scellerate, Minimum Fax; Enrico Giacovelli, C’era una volta la Commedia all’italiana, Gremese;  Daniela Ceselli, La sceneggiatura. Un testo dall’esistenza incerta, Firenze, Le Lettere; Giovanni Robbiano, La sceneggiatura cinematografica, Carocci.

Bibliografia di riferimento

Gian Piero Brunetta, Guida alla storia del cinema italiano (1905-2003), Cambridge University Press;

Paolo Russo, Breve storia del cinema italiano, Lindau;

Mino Argentieri, Storia del cinema italiano, Newton & Compton; Carlo Lizzani, Storia del cinema italiano, Editori Riuniti;

Carlo Lizzani, Cinema italiano: dalle origini agli anni Ottanta di Roma, Editori Riuniti.

 

 

 

 

 

Inglese

 

Prerequisites:

 

Good knowledge of the history of the show and especially of the world of the movie. Capacity analysis of sources and documents. Skills in using the tools and methods necessary for drawing historical and critical.

 

Aims:

 

The “Educational objectives” are to provide the student with the knowledge and skills required by the SUA-CdS card (frameworks A.4.b.2, A.4.c) “.

 

Expected results:

“In line with the educational objectives of the Study Program stated in the SUA-CdS (sections A.4.b.2, A.4.c), the training activity aims to provide the student with the following knowledge and skills:Knowledge and ability of comprehension; Ability to apply knowledge and understanding;Autonomy of judgment; Communication skills; Ability to learn.

Program:

 

Analysis and comparison between film and screenplay, with particular interest in censorship. History and analysis of the complex relationship between cinema and the various forms of censorship.

 

Methods and criteria for verification of learning outcomes

The method for verifying the learning outcomes is an oral exam consisting of an interview lasting about 30 minutes on the contents of the program. The following will be evaluated: the quality of the oral expression, the capacity for critical analysis, the knowledge of the contents of the program.

Grade assessment criteria

Grade range below 18 – Fail. Poor knowledge of core material, a significant inability to engage with the discipline. Very poor presentation.

Grade range 18-21 – Pass. Limited and superficial knowledge of the subject, a significant inability to follow the thread of the discussion. Presentation with many inadequacies.

Grade range 21-23 – Adequate. The knowledge is superficial, but the thread of the discussion has been consistently grasped. Presentation with some inadequacies.

Grade range 24-26 – Acceptable. Elementary knowledge of the key principles and concepts. The presentation is occasionally weak.

Grade range 27-29 – Good. Comprehensive knowledge. Good presentation.

30 – Very Good. Detailed knowledge with hints of critical thinking. Very good presentation.

30 cum laude – Outstanding. Excellent knowledge and depth of understanding. Excellent presentation.

During the exam you will not be allowed to use any written material, either on paper or in electronic format.

 

 

In some cases (for instance: non-native speakers of Italian), students might be allowed to substitute the written exam with a 3,000-word essay, whose topic must be agreed in advance with the lecturer.

 

 

Bibliography:

 

Daniela Ceselli, La sceneggiatura. Un testo dall’esistenza incerta, Firenze, Le Lettere; Fabrizio Natalini, “Un amore a Roma” dal romanzo al film, Roma, Artemide, 2010; Giovanni Robbiano, La sceneggiatura cinematografica, Carocci; Domenico Liggeri, Mani di forbice. La censura cinematografica in Italia, Falsopiano; Mino Argentieri, La censura nel cinema italiano, 1974, Roberto Curti, Di Rocco Alessio, Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968), Lindau; Fabrizio Natalini, Le censura nella commedia all’italiana, in Risate all’italiana, a cura di Giovanni Spagnoletti e Antonio Spera, Universitalia, Giuseppe Sansonna, Hollywood sul Tevere. Storie scellerate, 2016, Minimumfax, Roma.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2019